7 errori da NON fare nel tuo Facebook Aziendale!

Stefano Corbo

2 miliardi di persone nel mondo utilizzano Facebook e sono più di 50 milioni le aziende che hanno aperto una Pagina Aziendale!

Con questi numeri è facile capire l’importanza che il Social Network può rivestire nell’ambito della pubblicità e del web marketing; bastano pochi click per aprire una Pagina Facebook Aziendale ma trarne benefici e profitti non è così semplice, la discriminante è naturalmente data dall’uso che se ne fa, da quanto e come la si cura e la si aggiorna; nel nostro Blog abbiamo più volte dato suggerimenti su cosa fare, dal momento che passare dall’essere molto visibili ed apprezzati all’essere totalmente ignorati è un attimo; oggi proviamo a capire cosa è meglio NON  fare per evitare che tutto il lavoro fatto ci si ritorca contro.

 

  1. Serranda chiusa dopo l’inaugurazione: può sembrare strano ma questo è uno degli errori commessi più spesso; se paragoniamo la Pagina FB ad una vetrina vera e propria capiamo quanto possa essere frustrante per un cliente, il giorno dopo l’apertura di una nuova attività, trovare la saracinesca inspiegabilmente giù; bisogna continuamente e regolarmente manifestare la propria presenza.
  2. Scrivere non basta: è fondamentale anche la quantità e la qualità dei contenuti che, se possibile, dovranno essere sempre aggiornati ed interessanti ma soprattutto relazionati alla nostra attività, fra le altre cose, monitorando ed analizzando l’interazione con i propri clienti si riuscirà, con il passare del tempo, a fornire loro le informazioni che stanno cercando, riuscendo così a fidelizzare i contatti.
  3. Gara di regolarità: la pubblicazione dei nostri post non dovrà essere sporadica, postare 20 volte in una settimana e poi nulla per tre settimane è una pessima idea, molto meglio distribuire uniformemente i 20 post nell’arco del mese.
  4. Ignorare i commenti: siano essi positivi o negativi, i commenti non andrebbero mai ignorati; una risposta educata è sempre dovuta, qualora poi lo scambio salisse di tono o si protraesse troppo ci si può sempre congedare dandosi casomai appuntamento alla chat privata per non tediare il resto del mondo.
  5. Non personalizzare la Pagina confondendo il proprio profilo Facebook con quello della propria Azienda, a nessun potenziale cliente interessa cosa state mangiando, dove avete trascorso il weekend o di che umore vi siete svegliati stamattina!
  6. Non comprare like: oltre che essere una pratica scorretta ed onerosa si rischia seriamente di ottenere nel medio-lungo periodo effetti negativi, proprio perchè sia Facebook che i motori di ricerca, trovandosi di fronte a tanti “amici” inattivi penalizzeranno inevitabilmente la vostra visibilità.
  7. Non per vendere: ricordarsi che Facebook è preferibile per farsi conoscere, per pubblicizzare il proprio Brand aziendale; Zuckerberg sta cercando di aprirsi allo shopping attraverso la sua Marketplace ma è in una fase ancora embrionale; il consiglio è quello, casomai, di dirottare solo una piccola parte delle risorse alla vendita e la maggior parte alla visibilità.

Questi sono solo alcuni dei consigli che è bene seguire per ottenere il meglio dalla propria Pagina Facebook Aziendale; riassumendo è fondamentale capire che la gestione deve diventare una parte integrante del proprio lavoro, non si può improvvisare o affrontare la questione in modo approssimativo anche perchè in questo modo non solo non si otterranno i risultati cercati ma addirittura si rischia di esserne danneggiati; per questo è bene dedicare alla gestione il tempo e le risorse necessarie, qualora non si potesse, sarà bene affidarne la gestione a professionisti del settore; contattaci  senza impegno per avere consigli ed un preventivo gratuito.

Altri Articoli