Glossario del web: 50 termini che devi assolutamente conoscere

Picture of Benedetta

Benedetta

Quante parole sentiamo ogni giorno senza capirne fino a fondo il significato? Ecco i 50 termini che devi assolutamente conoscere per capire il mondo di internet:

A

Admin: In italiano è l’abbreviazione di “amministratore”. Con il termine admin intendiamo un utente che può accedere a funzioni software, tramite password e username.

Algoritmo: Programma che viene utilizzato dai motori di ricerca per selezionare quali pagine visualizzare su una SERP, per una query di ricerca.

Analytics: Con il termine Analytics si intende l’insieme di azioni e strumenti che permettono l’analisi dei dati. I dati che si possono analizzare variano in base al contesto.

App: Il termine app è una forma abbreviata di “applicazione”. Viene utilizzato per indicare qualsiasi programma o software progettato per uno scopo specifico.

 

B

Browser: Con il termine browser si intende un programma applicativo che fornisce un modo per guadagnare e interagire con tutte le informazioni del world wide web, come pagine web, video e immagini. Attualmente il browser più utilizzato e popolare è Google Chrome.

Backup: Backup significa creare una copia e archiviare i dati dei sistemi. In qualsiasi momento, tale backup può essere utilizzato per ripristinare le versione originale nel caso in cui avvenga una perdita di dati.

Blogging: Il termine fa riferimento a tutte le attività legate alla gestione di un blog.

Brand Awareness: Con il termine brand awareness si intente la notorietà di un marchio e indica la capacità da parte delle persone di riconoscere o di un pubblico di riferimento di riconoscere un brand.

 

C

Cookies: In termini pratici e non specialistici, un cookie è simile ad un piccolo file, memorizzato nel computer da siti web durante la navigazione, utile a salvare le preferenze e a migliorare le prestazioni dei siti web. In questo modo si ottimizza l’esperienza di navigazione da parte dell’utente.

Cache: La cache serve a immagazzinare dati utili a eseguire con maggior velocità le future richieste di accesso alla memoria effettuate dal processore.

Click-Through Rate (CTR):Il CTR indica il numero di clic ricevuti dall’annuncio diviso per il numero di volte in cui l’annuncio viene visualizzato: è la percentuale di click.

 

D

DNS: Il server DNS traduce le richieste di nomi in indirizzi IP, controllando a quale server si connetterà un utente finale nel momento in cui digiterà un nome a dominio nel suo browser.

Dominio: Il dominio è il nome e indirizzo di un sito web, ma serve anche per identificare in maniera più semplice i siti su internet.

Database: Insieme di informazioni strutturare e archiviate elettronicamente in un sistema informatico.

 

E

E-commerce: Il termine e- Commerce, in italiano commercio elettronico, e si intende il processo di acquisto beni o servizi tramite il web.

Edu: Nel Domain Name System (DNS) è il suffisso che indica l’appartenenza a Università o Scuole.

Editor HTML: un qualsiasi programma software per la modifica del codice HTML, che determina le pagine web che visualizziamo.

 

F

Faq: Le faq sono le risposte alle domande che vengono poste più frequentemente dalle persone che utilizzano il sito.

Ftp: è un protocollo che viene usato per trasferire file tra computer su internet. Si tratta di un protocollo basato su l’architettura client/server.

Firewall: Un firewall è una soluzione software che, installata su un computer, controlla il traffico dati. Il firewall hardware è una combinazione di software e hardware, a protezione di diverse reti di computer.

 

G

Gopher: Protocollo di rete che prevede l’organizzazione dei contenuti di un server seguendo una struttura gerarchica.

Gbps: unità di misura che identifica i giga bit per secondo, ovvero la velocità di trasmissione dati su una rete. Un gigabit equivale a un miliardo di bit.

 

H

Html: Il linguaggio che sta alla base della scrittura web. Permette d’impaginare e formattare le pagine.

Http: Un protocollo di distribuzione per sistemi informativi collaborativi e ipermediali.

 

I

Ip: Internet Protocol: Il protocollo di internet ha il compito di suddividere i dati in pacchetti e fornisce un indirizzo. Ogni rete e macchina sono identificabili attraverso un numero/indirizzo che non può essere duplicabile.

Ipertesto: viene indicato un documento i cui elementi grafici e testuali possono essere dei collegamenti ad altre pagine o risorse multimediali. Si definiscono collegamenti ipertestuali quelle parti della pagina sensibili e attivabili con il mouse.

Icona: immagine utilizzata per rappresentare un file sullo schermo del computer.

 

J

Java: Linguaggio di programmazione che amplia le funzioni del Web attraverso dei software specifici, i quali vengono eseguiti dal dispositivo dell’utente, senza che essi risiedano fisicamente sul disco dello stesso, ma su quello del server a cui si è collegati.

JPEG: Joint Photographic Experts Group: comitato unitario degli esperti fotografici, si occupa della compressione delle immagini digitali in cui riduce di molto le dimensioni delle stesse e lo spazio occupato sul disco.

I file di immagini cosi compressi hanno estensione JPG, GIF e sono quelli più diffusi su internet.

 

K

Kbps: Unità per misura che indica la capacità di trasmissione dei dati su una rete informatica.

 

L

Link: Con questo termine si indica la funzione degli ipertesti in cui vengono racchiuse parti grafiche o testuali, la cui attivazione avviene tramite il cursore del mouse e comporta il passaggio a un altro documento, a una funzione multimediale oppure a un’altro sito.

LAN: Local Area Network : rete locale di computer collegati tra loro entro un ambito ristretto in modo da scambiare dati e programmi condividendo le medesime risorse.

 

M

Malware: il termine è un abbreviazione di “Software Dannoso”. Sono programmi che danneggiano il computer, cercando di rubare le informazioni personali e visualizzando pubblicità indesiderate, espongono il computer agli hacker.

Mbps: Mega bit per secondo : corrisponde a un milione di bit trasmessi in un secondo.

NNTP: Network News Transport Protocol : Protocollo per il trasporto delle News sulla Rete.

Network net puol safe: numero di computer che sono collegati tra di loro in modo che possano scambiarsi i dati.

 

N

Net: suffisso di dominio che indica le organizzazioni fornitrici di accesso alla rete.

Ntp: Protocollo per sincronizzare l’orario nei dvr attraverso internet.

 

Org: Suffisso di dominio indicante Organizzazioni private, associazioni, fondazioni ecc..

P

Ppp: Point to Point Protocol: protocollo che permette di collegare un computer ad Internet tramite una normale linea telefonica e un modem. Ha sostituito SLIP.

Protocollo: Insieme di regole che definiscono le modalità con le quali due programmi, e quindi due o più computer, si scambiano i dati.

Provider: Società che fornisce all’utente la possibilità di collegarsi a Internet tramite dei propri server.

Pop: Post Office Protocol, protocollo per la creazione dei messaggi di posta elettronica su internet. Viene usato per la comunicazione tra client di posta e il server.

 

S

Sito: Termine utilizzato per indicare ognuna delle innumerevoli risorse presenti in Internet aventi uno specifico indirizzo

Smtp: Simple Mail Transfer Protocol. Protocollo per trasferire le email verso i server di posta elettronica.

 

T

Tcp: Transmission Control Protocol : protocollo di controllo della trasmissione. Abbinato al protocollo IP garantisce la correttezza della trasmissione e ricezione dei dati.

 

U

Url: sequenza di caratteri che identifica univocamente l’indirizzo di una risorsa in Internet, come un documento o un’immagine.Permette di trovare l’indirizzo che digitiamo nel browser quando cerchiamo una pagina o un file.

 

W

Winsock: Abbreviazione di Windows Socket, programma per utilizzare il protocollo TCP/IP in ambiente Microsoft Windows.

Wireframe: è una prima bozza, senza nessun elemento di design, che rappresenta lo scheletro di una pagina web e serve a indicare gli elementi presenti all’interno della pagina.,mostrarne la disposizione e le priorità dall’alto verso il basso.

 

X

X.25: Protocollo di rete a pacchetto e orientato alla connessione in commutazione di circuito virtuale, utilizzato generalmente come protocollo di trasporto nella rete di trasporto.
X.400: Standard per i formati di posta elettronica.

 

Z

Zip: Estensione dei file compressi. Sistema più diffuso per la di riduzione delle dimensioni dei file presente in Internet. Un file di dimensioni ridotte, oltre che a occupare poco spazio sul disco dove viene memorizzato, richiede minor tempo per essere trasmesso. I file ZIP funzionano come una cartella standard nel computer.

Sei interessato a uno dei nostri servizi?

Contattaci per scoprire le soluzioni più adatte per la tua realtà aziendale

Oppure chiamaci direttamente per avere informazioni su costi e servizi

Tags:

Condividi:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Leggi anche