MUSICASSETTE… a volte ritornano!

Stefano Corbo

Chi di noi ha qualche capello bianco probabilmente sta sorridendo trattenendo una lacrimuccia piena di nostalgia… niente paura: le musicassette stanno tornando!

Ebbene si, quello che da qualche anno stava accadendo con i vinili, sembra che possa ripetersi anche con le nostre adorate “cassette”; i dati forniti da Official charts per quanto riguarda la distribuzione nel Regno Unito, da sempre punto di riferimento musicale, indicano un aumento della produzione che nel 2017 ha toccato il +112% rispetto all’anno precedente.

Sono un’ottantina gli artisti che hanno già deciso di incidere su nastro e sono state circa 20.000 le vendite; apparentemente sono numeri che paragonati ai download ufficiali sembrano risibili, in effetti è così, ma è comunque il segnale di un ritorno al passato che inizia a lasciare un segno.

La cassetta campione di vendita in Inghilterra con 3.120 copie, è stata una colonna sonora: “I Guardiani della Galassia vol.2”;  sono tanti i grandi artisti “tornati” anche al supporto fisico: Lana Del Rey, Arcade Fire, Jay Z, Royal Blood ed altri ancora, ma sono i Kasabian con 1.026 cassette vendute del loro Album  “For Crying out loud”  a svettare tra tutti; questi numeri sono ancora molto lontani anche dal vinile, basti pensare che la stessa colonna sonora citata prima ha venduto circa 70.000 dischi.

Il perchè di questo ritorno di fiamma per gli Anni ’80 non è semplice da interpretare, bisogna tornare indietro di almeno dieci anni per ritrovare numeri simili, con la differenza che allora erano il segno di un declino inarrestabile mentre ora sono il segnale della rinascita; certo la caducità di questo ed altri supporti non pone a loro favore (sono rispuntate anche le POLAROID), ma quanto sarà bello, frugando in un cassetto dimenticato della cantina, ritrovare un vecchio WALKMAN, mettere pile nuove, sperando di aver tolto 27 anni fa quelle vecchie, e schiacciare PLAY!

 

Se poi, a un certo punto, tutto si bloccherà… noi che abbiamo visto i Duran Duran e gli Spandau Ballet sappiamo benissimo che ci basterà una MATITA per far ripartire la magia!

 

 

Altri Articoli